La Nostra Scuola

È una scuola che……vuole onorare e servire le individualità dei bambini aiutandole a esprimersi al più alto livello. Lo sviluppo, visto come espansivo e direzionale, è basato sulle linee- guidae sui principi espressi nel libro “Imparare a educare” di Swami Kriyananda.La maturitàÈ vista come la capacità del bambino di relazionarsi con realtà sempre più ampie, attraverso la crescita progressiva in tutte le aree del curricolo.Il rapporto con la verità L’umanità nel corso del tempo ha accumulato un’immensa saggezza e le verità universali ed eterne hanno dimostrato di poterci guidare ad una felicità non effimera.I bambini sono guidati non solo alla conoscenza delle conquiste umane, ma anche delle qualità che hanno permesso ai grandi uomini di raggiungere le loro mete: la cooperazione, la gioia, l’onestà, l’amore incondizionato. Essi imparano che sentimenti e azioni espansivi aumentano il senso di benessere, mentre quelle opposte allontanano dalla felicità. I bambini si impegnano quindi a cambiare consapevolmente i comportamenti se realizzano che questo è un modo per aumentare la gioia che provano. “L’ideale di una giusta educazione per i giovani mi è stato sempre a cuore. Ho visto con chiarezza gli aridi risultati dell’istruzione ordinaria il cui solo ideale è lo sviluppo del corpo e dell’intelletto. I valori morali e spirituali, senza apprezzare i quali nessun uomo può avvicinarsi alla felicità, sono stati finora assenti nel curricolo formale. Decisi di fondare una scuola dove i giovani ragazzi potessero progredire fino alla piena statura di uomini.”

P. Yogananda, Autobiography of a Yogi, 1946

Ricordati del 5 per mille!

 L’educazione spirituale

La spiritualità viene insegnata ed incoraggiata; nella classe, ad esempio, ci sarà un altare con simboli delle diverse religioni del mondo e i bambini potranno aggiungere oggetti che considerano sacri o significativi spiritualmente.

La spiritualità non è definita da particolari dogmi e i bambini sono guidati a sperimentare le verità universali che i differenti sentieri spirituali hanno in comune. Ogni mattina ci sarà un tempo per canti, semplici meditazioni, affermazioni, preghiere, posizioni yoga ed altre attività elevanti. Con queste attività i bambini sperimentano che possono sentirsi in armonia con un livello di coscienza più alto. Bambini e insegnanti parlano di Dio, dei santi e dell’aspetto spirituale della vita, per trovare insieme sempre nuova ispirazione nell’agire.

 

Gli strumenti della maturità

Corpo, sentimento, intelletto, volontà sono educati in modo armonico e nella consapevolezza che ognuno di essi è preminente in un certo stadio di sviluppo.

Ogni individuo apprende con più facilità attraverso un canale e l’insegnante ha cura che ciascun bambino possa sperimentare quello che gli è più consono, senza trascurare tuttavia di fornirgli le opportune esperienze per bilanciare e armonizzare il suo sviluppo.

 

Il successo

Non è misurato solo dai risultati ottenuti, ma dalla qualità del proprio sforzo e dall’atteggiamento nei confronti di ciò che si affronta.

 

Il vero insegnamento è individuale

Tutti noi, bambini e adulti, possediamo un corpo fisico e uno energetico e manifestiamo diversi livelli di energia e motivazione. L’insegnante si relaziona a ciascun bambino sulla base di questa realtà, variando il suo approccio sulla base del livello di consapevolezza del bambino. Sceglierà quindi diversi linguaggi, proporrà esperienze e fornirà feed-back adeguati per aiutarlo a crescere in ogni aspetto del suo essere.

 

Apprendere in un flusso: il metodo del Flow-Learning

I bambini apprendono meglio se le proposte educative seguono il flusso di attenzione e motivazione del gruppo-classe. Attraverso il metodo del Flow-Learning le attività vengono graduate con sensibilità, seguendo delle progressive fasi naturali, che conducono i bambini all’apprendimento in modo divertente, gioioso e al tempo stesso ben focalizzato. Esse sono: Risvegliare l’entusiasmo, Focalizzare l’attenzione, Esperienza diretta, Condividere l’ispirazione.

 

Il curricolo

È il più integrato possibile e si articola su sei grandi aree, all’interno delle quali si ritrovano i campi di esperienza propri della scuola dell’infanzia e le discipline della scuola primaria.

Le grandi aree curricolari sono: La nostra Terra, il nostro Universo; Sviluppo personale; Capire le persone; Cooperazione; Espressione di sé; Totalità.

 

L’insegnante

In Educare alla Vita l’insegnante ama essere con i bambini, si diverte con essi, sa vedere le loro conquiste e gioirne. È inoltre un ricercatore spirituale che usa quotidianamente la disciplina spirituale per centrarsi e approfondire la sua intuizione. Questo insegnante riconosce la coscienza del bambino, cosa lo motiva e le sue necessità; sa guidarlo individualmente attraverso esperienze che lo portano alla scoperta e alla realizzazione delle proprie potenzialità più elevate.

 

Tv, video e video –games

La maggior parte dei programmi televisivi veicola dei valori contrari a quelli che vogliamo insegnare nelle scuole “Educare alla Vita”. La fruizione dei programmi televisivi comporta una diminuzione dei movimenti fisici, passività fisica e mentale, difficoltà nella concentrazione dovuta alla rapidità di successione delle immagini. Inoltre la frequente presenza della pubblicità trasmette il valore che la felicità viene da ciò che possediamo e risveglia il desiderio di oggetti inutili e cibi non salutari. Dato che i bambini imitano ciò che vedono, è importante la scelta dei video che vogliamo loro mostrare. Occorre molta attenzione nell’analizzare i personaggi, i valori trasmessi, il messaggio principale. È importante che durante il periodo scolastico i bambini non siano sottoposti ai video e che, durante i week-end, tali attività siano tenute al minimo.

I video giochi sono generalmente violenti, stimolano un comportamento eccitato e competitivo ed influenzano notevolmente gli interessi dei bambini, entrando prepotentemente nei loro discorsi e nella loro viva immaginazione.

 

L’importanza dei valori positivi: creare un terreno comune

I bambini portano a scuola ciò che assorbono nell’ambiente di vita, sono molto sensibili a ciò che vedono e sono spesso ispirati ad agire come i personaggi che vedono. Per questo è importante che nella scelta di giochi, zainetti, abbigliamento, si evitino immagini non elevanti, ispirate a personaggi televisivi, mostri o storie negative.

 

2 Responses

Write a Comment»
  1. Yogananda è uno dei miei ispiratori di vita. Bellissimo aricolo

  2. Magari ci fossero più scuole così!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*